TAKUMI ITALIA

Marzo 2014

1 MAR

Dal disegno, al pezzo, al profitto -Da Costruire Stampi

Dalla sua fondazione, nel 1968, Hurco Companies ha mantenuto sempre la stessa missione: fornire al mercato dell'asportazione truciolo macchine e controlli numerici ad alto valore aggiunto, in grado di ottimizzare la Quando si parla di Hurco, il pensiero corre immediatamente al controllo numerico WinMax, il cuore delle macchine utensili prodotte dal costruttore americano. Un CNC in grado di accompagnare l'utente dal disegno su carta al pezzo finito più velocemente. Di questo e altri temi ne abbiamo discusso con Marco Rizzi, general manager della filiale italiana. di Alberto Marelli Dalla sua fondazione, nel 1968, Hurco Companies ha mantenuto sempre la stessa missione: fornire al mercato dell'asportazione truciolo macchine e controlli numerici ad alto valore aggiunto, in grado di ottimizzare la produttività in officina. “Attualmente - spiega Marco Rizzi, general manager di Hurco Srl - il mercato italiano legato all'industria è difficilmente interpretabile: troviamo aree del Paese e nicchie di mercato in forte fermento (ad esempio, il comparto aerospaziale e quello legato alla costruzione di stampi), e altre completamente ferme. In particolare, il settore degli stampi sta recuperando il terreno perso in passato grazie anche all' importante attività di riorganizzazione interna compiuta dagli stampisti italiani, che gli ha permesso di essere più efficienti e quindi di poter sfruttare al meglio le diverse opportunità che il mercato internazionale offre. [...] Ridurre il tempo ciclo? È possibile Per garantire una lavorazione a cinque assi sempre più efficiente, Hurco ha sviluppato UltiMotion™ che, grazie a sofisticati algoritmi appositamente studiati per la gestione delle alte velocità di avanzamento, consente di ottimizzare al massimo il comportamento dinamico della macchina, ottenendo il miglior compromesso tra rapidità di esecuzione, precisione sui percorsi, fluidità di movimento e qualità superficiale delle finiture ottenute. Tutto ciò senza sottoporre a eccessivo stress la meccanica della macchina. UltiMotion, che permette di raggiungere risultati in fresatura di alto livello con look ahead fino a 10.000 blocchi, riduce le “esitazioni” durante i cambi di direzione del 50%, rendendo i movimenti più “fluidi”. L'ottimale controllo delle accelerazioni e la riduzione delle vibrazioni garantiscono una migliore finitura superficiale. UltiMotion riduce in modo significativo anche il tempo ciclo nelle operazioni ripetitive (quali forature o maschiature), scegliendo la traiettoria più breve tra un foro e un altro. “Grazie a UltiMotion è possibile ridurre notevolmente il tempo ciclo”, spiega Rizzi.


Dal disegno, al pezzo, al profitto.pdf
Share this

© 2015 HURCO Srl - Rozzano (Milano) Italia - P.I. 12937010150

.