TAKUMI ITALIA
30 GIU

Perché versatili vuol dire competitivi (da Tecnologie Meccaniche)

Per un contoterzista 4.0 come OCM di Arcore, versatilità, reattività ed efficienza sono il fulcro della propria attività e, grazie ai centri di lavoro Hurco e al suo CN proprietario, riesce a gestire con semplicità la programmazione a bordo macchina e in remoto... [......] Contoterzista 4.0 La digitalizzazione della produzione e l'evoluzione delle officine in ottica Industria 4.0 sono tra i principali driver di sviluppo per il settore della meccanica in questo momento. Anche sotto questo aspetto Hurco ha innovato il proprio controllo dando la possibilità di eseguire il controllo remoto dello stato macchina e permettendo la riproduzione dell'ambiente CNC su un pc in remoto. Una tipologia di controllo in remoto quindi che, soprattutto per un'azienda di piccole dimensioni come OCM, si traduce in un primo e significativo passo verso l'Industria 4.0. La postazione di programmazione remota simula infatti perfettamente il CN Hurco sul desktop, sfruttando il fatto che il centro di lavoro sia in rete. “Grazie a questa opportunità–spiega Stefano Lomazzi, titolare di OCM – posso creare programmi anche per le altre due macchine della Hurco, centralizzando la realizzazione dei part program e semplificando il recupero e il riutilizzo di programmi scritti in passato. Questa diventa fondamentale avendo noi uno storico di almeno 3 mila programmi, che quindi si possono eseguire senza problema recuperando tempo prezioso per essere competitivi”. Oltre a simulare la programmazione a bordo macchina, il software Hurco simula i percorsi utensili dando un feedback immediato su eventuali collisioni ad esempio. “In questo modo – conclude il titolare dell'officina meccanica lombarda – possiamo evitare errori e perdite di tempo”.


TM GIUGNO 2017- OCM LOMAZZI.pdf
Share this
31 MAR

MECSPE 2017 - 4.0 chiama Hurco risponde

Hurco risponde alla 4 rivoluzione industriale portando a Mecspe una parte significativa delle sue novità di prodotto e servizio. Dal 23 al 25 marzo presso la fiera Mecpe 2017 dove è sbarcata per dare visibilità a quattro nuove macchine, interamente interconnesse e collegate fra loro, mostrando i benefici del dialogo fra apparati, la raccolta e analisi dei loro dati. Nello stand di Hurco avete trovato inedite tre e cinque assiinsieme a torni multifunzione in uscita nel 2017 e a una Takumi pensata per lo più per la lavorazione degli stampi, frutto dell'acquisizione del 2015»: Hurco VM20i, una tre assi con mandrino da 8.000 giri e una cinque assi con tavola annegata Torque e testa tiltante per pezzi grandi e complessi VMX60SRTi, un tornio multifunzione con asse y, mandrino, contro-mandrino e nuovi elettro-mandrini tutti abbinati al controllo Hurco di ultima generazione MAX5.

Share this
3 FEB

HURCO PER L'INDUSTRIA 4.0!

Il progetto “Industria 4.0” è un progetto nato per avviare quel processo di ammodernamento della nostra struttura industriale per portarla ad essere più reattiva, per poter far fronte alle sfide di mercato con strumenti all'avanguardia, con più velocità e flessibilità, ovvero con l'obiettivo ultimo di essere più competitivi.


Industria 4.pdf
Share this
25 GEN

I nuovi creativi della meccanica

A seguito di un progetto comune messo all'opera, grazie allo scopo condiviso di formare giovani pronti a programmare macchine nelle officine meccaniche, HURCO ha fornito in comodato d'uso all'ITIS PININFARINA di Torino, di un centro di lavoro verticale VM5i. Il cnc lavora per gli studenti di specializzazione che ambiscono a diventare i nuovi creativi della meccanica.

Share this
10 OTT

I RISULTATI DI BIMU 2016

BiMu 2016 è stata una esperienza molto positiva per Hurco Italia. Presentatasi all' evento con molteplici novità che hanno riscosso molto successo Hurco ha avviato anche l'attività del nuovo marchio TAKUMI. Le eccellenti caratteristiche tecniche del prodotto e l'affidabilità e disponibilità del servizio di supporto pre/post vendita offerto hanno stimolato sia i nuovi che potenziali utilizzatori. Hurco da sempre sinonimo di controllo proprietario, potente, e facilissimo da programmare, presentava l'intera gamma dei 5 assi, esponendo le nuove VC600 e VCX600HS, centri monoblocco dotati di tavola cantilever, che hanno riscosso successo per la potenza, velocità e flessibilità di lavoro, in ogni condizione di impiego. La versatile SRT con testa tiltante e tavola annegata si dimostra sempre più leader nel proprio segmento di mercato, grazie alle enormi doti di potenza, possibilità d'impiego e campi d'applicazione. Takumi invece identifica la gamma di macchine a portale, ad alta velocità, destinate principalmente alla clientela dei settori stampi per lavorazioni complesse, completa di controlli numerici standard quali heidenhain e siemens.

Share this
4 OTT

NUOVA ACQUISIZIONE HURCO

Hurco presenta ufficialmente il marchio TAKUMI MACHINERY, nuova acquisizione 2015.

L'azienda é storica e prevalentemente dedicata al settore degli stampi e dell'alta precisione incrementando ulteriormente la presenza di Hurco in tutta Italia. Il prodotto é presente e operativo in BIMU - PAD 15 stand G06 venite a trovarci o visitate il sito www.takumi-italia.it

Share this
1 OTT

"CASE HISTORY- HURCO E VALENTI" dalla rivista Stampi

Ampio e diversificato il parco macchine, tra cui spicca anche Vmx60 Srti, un nuovo centro di lavoro verticale a 5 assi integrati acquisito da Hurco. «La decisione di avvalerci questa nuova macchina – spiega Valenti – si inserisce nell'attenzione al costante aggiornamento tecnologico e nell'esigenza di poter effettuare lavorazioni a 5 assi, quale soluzione ad alcune criticità operative. [...]


STAMPI _ Intervista Valenti.pdf
Share this
20 SET

BIMU 2016 -PAD15 STAND G06

Quest'anno in Bimu avremo l'occasione di condividere i nostri progressi tecnologici e le nostre nuove sinergie tra prodotti. Grazie alle ultime macchine utensili sviluppate ora possiamo offrire una gamma di soluzioni completa anche per le lavorazioni a 5 assi, che ci permetteranno di soddisfare le diverse esigenze dei clienti. Il tutto è fortemente sostenuto dal controllo MAX5 che facilita la programmazione a bordo macchina e, grazie alle nuove funzionalità implementate, permette di creare processi 3D e superfici di rotazione direttamente partendo da profili 2D. La tecnologia dei software del controllo Hurco assicura una notevole riduzione dei tempi di ciclo con un conseguente prolungamento della vita degli utensili. Vi aspettiamo PAD 15 STAND G06

Share this
15 SET

HURCO INC @IMTS 2016

Già a partire dal primo giorno Hurco Companies, sta dimostrando la forza del suo brand all'International Manufacturing Technology Show (IMTS), la più grande fiera del settore in Nord America. Con l'aggiunta di Takumi e Milltronics al già consolidato marchio di macchine a controllo numerico HURCO , Hurco Companies quest'anno ha preparato una ottima rappresentazione, con un numero senza precedenti di macchine esposte. “E 'stata una giornata di apertura incredibile per Hurco INC all'IMTS. Oltre alla stand di quasi 500mq che ospita tutti tre marchi di CNC, Hurco partecipa alla Additive Manufacturing Conferenc per mostrare le sue capacità di stampa 3D. Questa tecnologia trasforma essenzialmente una macchina a controllo numerico in una stampante 3D, il che significa ottenere il prototipo in maniera più semplice e più efficiente. Hurco ha dedicato un intero spazio alla tecnologia 5 assi: in mostra la nuova macchina con tavola cantilever VC600i. Se il primo giorno è un indicatore del resto della settimana, credo fortemente che questo potrebbe essere il miglior IMTS che abbiamo mai avuto, poiché intrecciamo nuove relazioni con clienti che capiscono l'importanza di abbracciare le nuove tecnologie al fine di aumentare la loro redditività in un ambiente competitivo ", ha dichiarato Greg Volovic, Presidente della Hurco Companies, Inc.

Share this
10 GIU

ORANGE DAYS DI HOFFMANN GROUP

Oggi e domani in occasione dell'inaugurazione della sede Italiana dei nostri partner di HOFFMAN ITALIA: dimostrazioni dal vivo, lavorazioni su un centro di lavoro 5 assi HURCO ed un tornio HURCO, entrambi dotati dell'esclusivo controllo MAX 5, consulenze specializzate, seminari specialistici e un‘esposizione dei migliori fornitori di utensili al mondo: Orange Days di Hoffmann Group! Per accreditarsi http://www.aperosaevents.it/orangeday2016 CODICE INVITO: BCNFWU16 Hoffmann Italia S.p.A. Via Germania 49 35010 Vigonza (Padova)

Share this
30 MAG

NUOVA SEDE Hurco srl

Da lunedì 27.06 la nuova sede di Hurco sarà operativa!! a Rozzano, in Via Torricelli 5. Estesa su due piani, essa comprenderà un' area showroom e demo di c.a 600mq, oltre ai nuovi uffici al piano superiore. I dati aziendali compresi i numeri di telefono rimarranno invariati! I nostri progetti continuano.. grazie a tutti voi!

Share this
24 FEB

Mecspe 2016 - PAD 3 STAND B31

Hurco vi aspetta a Mecspe al PAD 3 - STAND B31. Venite a conoscere il cuore del nostro prodotto, valore aggiunto ed unico legato ai centri di lavoro Hurco. Guardate con i vostri occhi la potenza e la stabilità dei nostri centri! Al PAD 3 - STAND B 31 della fiera MECSPE di Parma da 17 al 19 marzo il nostro centro di lavoro VMX30Ui40, 5 Assi con tavola roto-basculante, eseguirà una lavorazione in alluminio. Con DEMO gratuite e mirate alle vostre richieste ed in compagnia dei nostri partner AUTON SISTEMI e B.MEC saremo in grado di rispondere ad ogni vostra richiesta. Vi aspettiamo!

Share this
1 DIC

"Tecnologia viva" - Da Tecnologie Meccaniche

Uno dei fattori che stanno contribuendo alla diffusione dei centri di lavoro è l'evoluzione delle soluzioni software che li accompagnano. Si tratta di tecnologie intelligenti che facilitano la gestione e l'utilizzo di macchine complesse e dall'alto contenuto tecnologico, agevolando così il compito dell'operatore e aiutandolo a ridurre al minimo gli errori. Una direzione ben nota a Hurco, che negli anni ha fatto della facilità di utilizzo e della velocità di programmazione a bordo macchina i propri punti di forza. “Hurco nasce come produttore di controlli numerici, per cui l'integrazione tra macchina e controllo per noi è sempre stato un punto di partenza nella progettazione dei centri di lavoro. – ha confermato Marco Rizzi, General Manager di Hurco – In linea con questa filosofia abbiamo presentato a EMO 2015 il nostro nuovo software, radicalmente modificato rispetto alle versioni precedenti per garantire un uso ancora più semplice di un software ancora più potente. Sono state migliorate le funzionalità relative alla programmazione di modelli 3D a bordo macchina, che ora permettono la programmazione di componenti che in passato poteva essere eseguita solo attraverso sistemi CAM”. Il controllo Hurco inoltre è equipaggiato con un sistema brevettato dal costruttore americano per l'analisi predittiva e il controllo assi, che in modo automatico e trasparente per l'operatore ottimizza tutte le dinamiche per ottenere movimenti più rapidi e fluidi a vantaggio del tempo ciclo, della qualità superficiale del pezzo lavorato e della vita utensile. “Una tecnologia particolarmente apprezzata dai clienti che eseguono operazioni a 5 assi molto complesse come quelle richieste ad esempio dal settore aeronautico” Il fatto che il General Manager di Hurco abbia citato proprio il settore aeronautico non è frutto del caso. Il 2015 infatti ha fatto registrare importanti investimenti da parte degli OM e dei terzisti attivi in tale ambito, in Italia come in tutto il mondo. Il 2015 si è dimostrato un anno positivo per il settore dell'industria meccanica in generale, e lo è stato in particolare per i costruttori di centri di lavoro. La ripresa economica infatti ha restituito a molte aziende la fiducia che è mancata nel recente passato portandole all'acquisto di nuove macchine, e la forte crescita fatta segnare dal settore aeronautico ne è una conferma. Ma per quale motivo il centro di lavoro è stata una delle tipologie di impianti a beneficiare maggiormente di questa ripresa? Le ragioni sono molteplici e spaziano dalla flessibilità di produzione che i centri di lavoro assicurano alla capacità di realizzare pezzi dalla geometria complessa rispettando tolleranze strettissime, passando per la semplicità di utilizzo che grazie all'evoluzione dei software che li gestiscono ha raggiunto nuove vette.

Share this
5 OTT

"Tecnologie da produzione" - da Macchine Utensili

Hurco punta a rafforzare la propria posizione sul mercato globale con VCX600i, un nuovo centro di lavoro a 5 assi di fascia alta sviluppato e costruito in Italia. La macchina, gestita dall'ultima, innovativa versione del controllo proprietario WinMax, sarà lanciata ufficialmente in occasione di EMO Milano 2015. di Davide Vernich Versatilità, flessibilità, multi-operatività: sono tutti termini che descrivono perfettamente il mercato attuale – che si parli di lavoro piuttosto che di produzione. Fare di più con meno. In una parola: ottimizzazione. Un concetto, quello del massimo risultato con il minimo utilizzo di risorse, che il costruttore statunitense di macchine utensili Hurco ha saputo negli anni trasferire alla sua vasta gamma di soluzioni grazie ad un'attenzione davvero unica nei confronti delle esigenze del settore industriale. E che oggi si traduce in uno spirito di fiducia crescente, specialmente per quanto riguarda il segmento europeo. Restando fedele alla visione dei fondatori Gerald Roch ed Edward Humston, i quali pensavano ad una sempre maggiore semplificazione dei processi, da oltre quattro decenni Hurco sviluppa macchine multitasking per ogni categoria di prezzo unitamente alla linea di controlli numerici dall'approccio user friendly WinMax. [...]


TECNOLOGIE DI PRODUZIONE x MU.pdf
Share this
1 OTT

"Elettronica e Meccanica, intesa perfetta" da Tecnologie Meccaniche

Hurco presenterà ufficialmente a EMO Milano 2015 alcune interessanti novità legate a centri di lavoro e controlli numerici: soluzioni performanti, ma nel contempo affidabili e di semplice impiego di Andrea Pagani [...] Le moderne macchine utensili sono un connubio perfetto tra meccanica ed elettronica. Maggiore sarà l'intesa tra questi due elementi, migliori saranno i risultati in officina. Sin dalla propria nascita Hurco ha compreso l'importanza di questo fattore, che ha portato alla creazione non solo della macchina, ma anche del controllo numerico e di buona parte dell'elettronica di bordo. Una macchina made in Italy Hurco ha migliorato costantemente le proprie soluzioni, integrando gli sviluppi che la tecnologia ha offerto nel corso degli anni. VCX600 è il più recente esempio in tal senso: pensato per settori esigenti quali l'aerospace, l'automotive, la costruzione di stampi di dimensioni medio-piccole e per i terzisti più esigenti, questo centro di lavoro presenta numerose novità rispetto ai modelli precedenti, a partire dalla sua anagrafe. È infatti una macchina completamente italiana: è stata sviluppata in Italia ed in funzione delle esigenze del mercato Italiano e Tedesco e viene prodotta da Hurco in Italia e come molte delle innovazioni che guidano l'industria, anche VCX600 nasce sulla base di specifiche richieste del mercato


ELETTRONICA E MECCANICA, INTESA PERFETTA.pdf
Share this
1 APR

"Il cuore tecnologico"- CN si evolve - Da Tecnologie Meccaniche

Da sempre il controllo numerico è il fulcro intorno a cui Hurco ha costruito le proprie proposte tecnologiche. Anche per questo motivo il debutto europeo della nuova versione del cn, prevista a EMO 2015, si preannuncia come una tappa fondamentale per il costruttore americano di Andrea Pagani ed Edoardo Oldrati [...]


CN SI EVOLVE - 04-2015.pdf
Share this
1 GEN

"Protagonisti nell'innovazione" - Da Costruire Stampi

Nuovo controllo numerico, nuove macchine, una soluzione per l'additive manufacturing: sono queste, in estrema sintesi, le novità introdotte recentemente dal costruttore americano Hurco. Di questi e altri temi ne parliamo con l'Ing. Marco Rizzi, General Manager della filiale italiana. di Alberto Marelli Hurco è una società fondata sull'innovazione, sull'idea che l'innovazione è il processo continuo per migliorare la tecnologia e trovare nuovi modi per aumentare l'efficienza. In questo senso, l'azienda americana vanta oltre 80 brevetti per la tecnologia di controllo delle macchine utensili. Il CNC è, infatti, il punto di forza delle macchine Hurco, progettato per aumentare l'efficienza di molteplici diverse produzioni di piccoli lotti riducendo i tempi di settaggio e programmazione.


protagonisti dell'inovazione - pdf completo.pdf
Share this
1 GIU

"Tavola Rotonda CNC" - Da Tecnologie Meccaniche

CONTROLLI NUMERICI Cauto ottimismo Tra spinta innovativa, volontà di crescere e incoraggianti segnali di ripresa dell'economia nel nostro paese, il settore del controllo numerico sta riscontrando buoni risultati, testimoniati anche dalla voce dei diretti interessati, riuniti in una tavola rotonda per fare il punto sullo stato di salute del comparto. Un settore molto importante, strategico, ormai parte integrante di tutti i moderni centri di lavoro, al punto d'essere considerato una vera e propria macchina, dentro la macchina. Il controllo numerico, negli anni, ha assunto un ruolo sempre più centrale per i costruttori d'impianti, grazie alle molteplici possibilità offerte dal mercato e dalla continua spinta innovativa. A due anni di distanza dall'ultima tavola rotonda sul CN, abbiamo incontrato una decina di produttori che, grazie alla loro diretta esperienza sul campo, ci possono aiutare nel fare il punto della situazione e fornire al lettore un quadro di riferimento del comparto, delle problematiche, delle risorse messe in gioco, delle tendenze tecnologiche, oltre che una visione privilegiata sull'andamento del mercato. Un incontro che è stato, inoltre, l'occasione per un diretto confronto tra gli addetti ai lavori in un momento storico in cui, anche in Italia, si stanno affacciando timide prospettive di crescita e di rilancio, sia pur tra mille difficoltà più o meno comuni a tutti i produttori, con nuove opportunità che stanno emergendo, come testimoniano anche gli ultimi due rapporti trimestrali di UCIMU. Tutti conosciamo le problematiche e le difficoltà del mercato, ma sappiamo anche che qualche piccolo segnale di ripresa è emerso negli ultimi tempi. Com'è, dal vostro punto di vista, la Andrea Riccardi - Hurco Italia Hurco produce i controlli numerici per le proprie macchine utensili, pertanto la mia visione è solo verso l'utilizzatore finale. Detto questo, il trend, per quanto ci riguarda è pienamente positivo ed abbiamo raggiunto gli obiettivi che c'eravamo prefissi, sia per il 2013, che per il primo trimestre dell'anno in corso. Rimane il grosso problema, fino ad ora irrisolto, rappresentato dalla difficoltà delle aziende nell'avere accesso al credito e le leggi regionali a sostegno delle aziende, la Sabatini ed altre iniziative similari, per mia esperienza, aiutano solo in limitate percentuali. Il mercato ha voglia di investire per rinnovare un parco macchine ormai obsoleto, per affrontare le sfide che arrivano dall'estero, ma senza la collaborazione delle banche, vedo delle grosse difficoltà. La maggioranza degli ordini sino ad ora acquisiti è stata direttamente finanziata dalla clientela, sfruttando poche e limitate agevolazioni. In sintesi, chi ha la capacità di finanziarsi, acquista, altrimenti si resta in attesa di tempi migliori. Sicuramente, uno di fattori di competitività è l'innovazione del prodotto: quali sono, in questo momento, le principali tendenze tecnologiche del mercato e come risponde la vostra azienda? Andrea Riccardi - Hurco Italia Anche per noi gli aspetti fondamentali per rimanere competitivi sono la flessibilità, l'efficienza e la semplificazione d'uso. Su quest'ultimo aspetto Hurco ha costruito la propria storia aziendale. In merito all'efficienza, abbiamo lavorato molto bene, introducendo soluzioni che ci hanno consentito di raggiungere livelli un tempo impensabili. Abbiamo recentemente lanciato il nuovo software denominato Ultimotion, una innovativa tecnologia di controllo del movimento abbinata all'analisi predittiva del lavoro e della risposta della macchina alle sollecitazioni, ottenendo risultati sorprendenti in termini di riduzione della durata del ciclo, di miglioramento della qualità di finitura superficiale ed incremento della vita dell'utensile. Il segreto di Ultimotion è la struttura implementata nel controllo Hurco e la tecnologia, coperta da brevetto, che calcola la traiettoria utensile, controlla la dinamica della macchina, la ottimizza in tempo reale e genera movimenti estremamente più rapidi, fluidi, totalmente esenti da micro-urti e traiettorie compensative inutili. Parlando di settori, oltre a quello della macchina utensile, quali sono gli altri comparti verso i quali vi state muovendo e quali spunti vi danno? Andrea Riccardi - Hurco Italia Hurco è una società specializzata nella realizzazione di controlli numerici applicati esclusivamente alle proprie macchine utensili. Pertanto gli sviluppi sono legati esclusivamente all'ampliamento ed aggiornamento richiesto dalla gamma di prodotti Hurco. Il costruttore, per voi, è l'interlocutore principale ma oggi lo sta diventando, sempre più, anche l'utilizzatore finale: qual è la strategia nei suoi confronti e quali sono i settori principali verso i quali notate questa maggior richiesta di dialogo diretto? Andrea Riccardi - Hurco Italia Ovviamente la nostra strategia è da sempre mirata solo all'utilizzatore finale. E' sorprendente vedere come in Italia, da una parte il cliente richieda soluzioni avanzate, mentre poi ha una limitata capacità di investimento. Hurco, da sempre focalizzata a fornire soluzioni avanzate che coniughino tecnologia e facilità d'uso, ha risposto offrendo nuove versioni ed aggiornamenti gratuiti sempre più potenti, con cicli di lavorazione più performanti, semplici da implementare ed usare in tutti i contesti produttivi. Ci sembra che i mercati più attivi, in questo momento storico, siano l'aeronautico, la componentistica ad alto contenuto tecnico, spesso legata all'automotive ed i costruttori di propri prodotti, principalmente orientati all'esportazione. Sappiamo che il mercato è profondamente mutato e, a fronte di questa rivoluzione, sono state fatte delle scelte e delle strategie di vendita ma, dal punto di vista del service, cos'è cambiato e cosa sta ancora cambiando? Andrea Riccardi - Hurco Italia Hurco è presente in Italia con una filiale diretta, composta da 15 persone di cui 10 che si occupano esclusivamente dell'assistenza al cliente. Per noi il service è fondamentale ed è la caratteristica principale di Hurco, insieme al controllo numerico, riconosciuta in tutti i mercati del mondo. Il cliente, per noi, non deve mai rimanere fermo e pertanto abbiamo una squadra di persone, appositamente formate per operare in tutte le situazioni, al massimo livello di preparazione, sia che debbano occuparsi della meccanica o dell'elettronica o del software o del processo. L'assistenza telefonica immediata, continuativa e gratuita, cavallo di battaglia di Hurco da sempre, rimane l'elemento primario in questo programma di assistenza al cliente. L'obiettivo futuro è quello di avere un servizio di assistenza disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che abbia dei costi di fruizione, da parte del cliente finale, assolutamente accettabili. Vorrei concludere dicendo che l'aspetto umano rimarrà comunque fondamentale, anche nel futuro, perché l'uomo fa e farà la grande differenza, specialmente in questa tipologia di settore. Alla Hurco, questo aspetto non viene mai tralasciato, anzi..

Share this
23 MAG

"SPECIALE FABBRICHE"- da Tecnologie Meccaniche

SPECIALE FABBRICHE In poco più di un anno di attività, la Di Lodovico ha saputo affermarsi sui mercati dell'aerospace e dell'automotive grazie alla sua specializzazione nella costruzione di stampi per materiali compositi. Decisiva per l'affermazione dell'azienda abruzzese l'installazione di due centri di lavoro Hurco che si distinguono per precisione, flessibilità e semplicità d'uso. di Ernesto Imperio Di Lodovico è una giovane realtà aziendale che opera nel settore delle costruzioni meccaniche di precisione e si avvale di una decina di persone altamente qualificate e accomunate da una forte passione per la meccanica. L'alta professionalità del personale si traduce in know-how tecnico avanzato e affidabile che consente di rispondere rapidamente alle esigenze della clientela, sulla base di efficaci procedure di just-in-time. L'azienda di Tortoreto, in provincia di Teramo, opera in vari settori applicativi, dall'automotive, all'aerospaziale, dal nautico al medicale, all'eolico e altri ancora, vantando una specializzazione produttiva legata alla realizzazione di componenti strutturali per stampi o stampi completi, di medie dimensioni, che vengono utilizzati dal cliente finale per la produzione di manufatti in materiale composito. Tali prodotti sono conformi alle specifiche richieste dal cliente e vengono realizzati impiegando svariate tipologie di materiale come: leghe di alluminio, titanio, acciaio bonificato, acciaio inox, bronzo, ottone, rame e materiali plastici La Di Lodovico, inoltre, fornisce al cliente prodotti finiti con trattamenti superficiali galvanici e termici, il tutto corredato di report dimensionale e di certificati di conformità, quando espressamente richiesto. Ci si trova, dunque, di fronte a un'azienda che opera in un ambito produttivo particolarmente avanzato e che, stante le continue evoluzioni tecnologiche in atto, dedica una forte attenzione alle innovazioni di prodotto e di processo, quale approccio irrinunciabile per garantire competitività alla propria azienda e ai propri clienti. “La concretizzazione delle nostre attività produttive – esordisce Di Lodovico, titolare della società abruzzese – trova riscontro nel nostro avanzato parco macchine utensili dove spiccano due centri di lavoro verticali a 5 assi continui della Hurco, precisamente i modelli VMX 42 SR, con testa tiltante, e VMX 30 U, con tavola roto-basculante. Tra non molto verrà installata una terza macchina del costruttore americano, avendo constatato sul campo una vantaggiosa caratterizzazione di questi centri che riescono a fondere innovazione tecnologica e facilità d'uso.

Share this
1 MAR

Dal disegno, al pezzo, al profitto -Da Costruire Stampi

Dalla sua fondazione, nel 1968, Hurco Companies ha mantenuto sempre la stessa missione: fornire al mercato dell'asportazione truciolo macchine e controlli numerici ad alto valore aggiunto, in grado di ottimizzare la Quando si parla di Hurco, il pensiero corre immediatamente al controllo numerico WinMax, il cuore delle macchine utensili prodotte dal costruttore americano. Un CNC in grado di accompagnare l'utente dal disegno su carta al pezzo finito più velocemente. Di questo e altri temi ne abbiamo discusso con Marco Rizzi, general manager della filiale italiana. di Alberto Marelli Dalla sua fondazione, nel 1968, Hurco Companies ha mantenuto sempre la stessa missione: fornire al mercato dell'asportazione truciolo macchine e controlli numerici ad alto valore aggiunto, in grado di ottimizzare la produttività in officina. “Attualmente - spiega Marco Rizzi, general manager di Hurco Srl - il mercato italiano legato all'industria è difficilmente interpretabile: troviamo aree del Paese e nicchie di mercato in forte fermento (ad esempio, il comparto aerospaziale e quello legato alla costruzione di stampi), e altre completamente ferme. In particolare, il settore degli stampi sta recuperando il terreno perso in passato grazie anche all' importante attività di riorganizzazione interna compiuta dagli stampisti italiani, che gli ha permesso di essere più efficienti e quindi di poter sfruttare al meglio le diverse opportunità che il mercato internazionale offre. [...] Ridurre il tempo ciclo? È possibile Per garantire una lavorazione a cinque assi sempre più efficiente, Hurco ha sviluppato UltiMotion™ che, grazie a sofisticati algoritmi appositamente studiati per la gestione delle alte velocità di avanzamento, consente di ottimizzare al massimo il comportamento dinamico della macchina, ottenendo il miglior compromesso tra rapidità di esecuzione, precisione sui percorsi, fluidità di movimento e qualità superficiale delle finiture ottenute. Tutto ciò senza sottoporre a eccessivo stress la meccanica della macchina. UltiMotion, che permette di raggiungere risultati in fresatura di alto livello con look ahead fino a 10.000 blocchi, riduce le “esitazioni” durante i cambi di direzione del 50%, rendendo i movimenti più “fluidi”. L'ottimale controllo delle accelerazioni e la riduzione delle vibrazioni garantiscono una migliore finitura superficiale. UltiMotion riduce in modo significativo anche il tempo ciclo nelle operazioni ripetitive (quali forature o maschiature), scegliendo la traiettoria più breve tra un foro e un altro. “Grazie a UltiMotion è possibile ridurre notevolmente il tempo ciclo”, spiega Rizzi.


Dal disegno, al pezzo, al profitto.pdf
Share this
20 FEB

"Massima operatività" - da Tecnologie meccaniche

La stretta collaborazione tra Ultrasystem e Hurco ha dato vita a una soluzione di automatizzazione per l'operazione di cambio pallet capace di raddoppiare la produttività degli impianti dedicati alla realizzazione di piccole serie. di Davide Davò


2014_ ULTRASYSTEM.pdf
Share this
1 NOV

"Da Copertina" Costruire Stampi

Hurco decolla con i modelli della nuova serie HS, acronimo di Alta Velocità. Le nuove HS sono pensate per una produttività elevata, prestazioni spinte e massima affidabilità. I modelli disponibili nella gamma HS, a 3 e 5 assi, presentano innovazioni importanti in tutte le componenti ed in particolare nel software del controllo: la gestione della macchina continua così a semplificarsi, mentre versatilità, produttività e prestazioni aumentano esponenzialmente. Il nuovo software Winmax9, unito all'eccezionale sistema brevettato di controllo del movimento “Ultimotion”, migliora la qualità della finitura superficiale grazie ai movimenti più rapidi, fluidi e precisi, riducendo al contempo i tempi ciclo ed allungando la vita della macchina e dell'utensile. Lo spirito dinamico e collaborativo dell'azienda si mostra anche attraverso l'evento itinerante “Hurco Tour”, partito ad inizio ottobre e che mese dopo mese farà tappa in tutta Italia, presso alcuni dei nostri clienti e collaboratori, per mostrare agli utenti tutte le novità e la tecnologia del nostro Gruppo. Vi invitiamo a seguirci (www.hurco.com/it; sezione Prossimi Eventi) ed avrete la possibilità di conoscere da vicino lo spirito della nostra azienda e di sperimentare direttamente la potenza e la facilità del nostro controllo, combinata con la tecnologia dei nostri Centri. A conferma del solido progetto di sviluppo, Hurco ha recentemente annunciato l'acquisizione della LCM, importante realtà italiana specializzata nello sviluppo e produzione di componenti primari per macchine utensili. In questo modo l'Azienda vuole consolidare ancor più chiaramente la propria presenza in Italia oltre ad incrementare la propria capacità di fornire soluzioni uniche ed all'avanguardia.

Share this
1 OTT

Rassegna EMO - da TECN'E'

Hurco S.r.l. - Marco Rizzi, Managing Director “Per venire incontro alle future esigenze del mercato occorre fornire soluzioni che abbiano una gamma operativa sempre più ampia. Per questo per alcune delle nostre macchine abbiamo aumentato la dimensione dell'area lavorabile, delle tavole e delle corse. I clienti chiederanno poi che la stessa macchina sappia eseguire un numero sempre maggiore di lavorazioni, quindi intendiamo costruire sistemi sempre più versatili, polifunzionali e facili da programmare. Hurco ha ideato degli strumenti che consentono una programmazione minima e totalmente assistita per quanto riguarda l'operatore mentre il software va a ricalcolare tutta una serie di parametri funzionali ed operativi in modo da ridurre lo stress sulla macchina, i consumi utensile, i costi della produzione. Un'altra sfida che sicuramente il futuro ci porrà è quella dell'integrazione in un ambiente più automatizzato: anche le macchine medio-piccole dovranno garantire la maggiore efficienza possibile sotto questo aspetto”.


2.pdf
3.pdf
4.pdf
Share this
1 OTT

REPORTAGE EMO HANNOVER 2013-da Tecnologie Meccaniche

Visitatori di qualità Pur in un momento molto complesso del mercato europeo, la EMO rappresenta sempre un punto di riferimento a livello mondiale nel mondo della macchina utensile e della meccanica. […….] Riscontri positivi sulla EMO anche da parte di Marco Rizzi di Hurco Italia. “Per Hurco i risultati di questa edizione della EMO sono stati decisamente positivi con una presenza al nostro stand al di sopra di ogni aspettativa della vigilia. Ad aiutare questo anche la struttura dello stand che aveva uno spazio accoglienza veramente ampio e ben strutturato. La EMO, quindi, ha confermato il fermento del mercato, testimoniato anche dalla quantità e qualità dei progetti che si sono sviluppati durante gli ultimi mesi. Indubbiamente la difficoltà di accesso al credito rappresenta ancora l'elemento frenante, ma stiamo notando tra gli imprenditori una maggiore volontà all'investimento. Questa tendenza l'abbiamo notata un po' in tutti i paesi europei compresa l'Italia. In questo contesto le aziende richiedono flessibilità in particolare la possibilità di passare da una lavorazione all'altra con semplicità ed estrema rapidità riducendo i tempi morti di attrezzaggio macchina. Ciò è dovuto al fatto che le aziende devono lavorare sempre più lotti piccoli e variabili. Su questo fronte Hurco ha lavorato e sta lavorando per offrire soluzioni sempre più flessibili all'interno del proprio controllo numerico, in particolare cicli di lavorazione nuovi a bordo macchina che riducono drasticamente i tempi di programmazione e la possibilità di passare da un ciclo di lavorazione all'altro con estrema semplicità e rapidità per l'operatore. In fiera abbiamo anche presentato un ampliamento della nostra gamma di macchine, esattamente sei nuovi modelli, sia a tre, sia cinque assi ad alta velocità con mandrini HSK a 18.000 giri per completare una tipologia di applicazioni nelle quali Hurco non era presente in passato. Anche queste macchine hanno riscontrato un notevole interesse da parte dei visitatori, compresi gli italiani” [….]

Share this

© 2015 HURCO Srl - Rozzano (Milano) Italia - P.I. 12937010150

.